Arriva il drone subacqueo

/ / Droni

Non è ancora un oggetto di grande distribuzione, ma è stato costruito un prototipo ad uso professionale e di ricerca che ne ha enormemente abbattuto i costi di costruzione. Arriverà la grande diffusione anche per questo nuovo tipo di drone?

Sviluppato grazie a un progetto di ricerca europeo, U-CAT funziona senza telecomando e il modello è pensato per programmarlo al fine di muoversi in modo autonomo. I suoi sensori prevengono collisioni sott’acqua. I progettisti hanno utilizzato un approccio biomimetico per la sua relazzazione: questo robot, per muoversi in modo efficiente, emula animali del mare come tartarughe o pesci.

In effetti è il primo robot che prende ispirazione dalle tartarughe marine, ma le dimensioni ridotte ed il basso prezzo di costruzione lo rendono perfetto per applicazioni in archeologia subacquea. Noi amanti della tecnologia, possiamo invece lasciarci affascinare dalle sue movenze in acqua, in attesa di poterci un giorno giocare.

Fino a poco tempo fa, solo industrie militari e grandi produttori di petrolio potevano permettersi l’utilizzo di droni sott’acqua. Questo semplice dispositivo rappresenta una conquista per gli scienziati, perchè aiuta a studiare il patrimonio sottomarino senza molti rischi.

“Perdere un robot nell’area sottomarina di un naufragio è molto, molto meglio che rischiare la vita di un uomo. In molti casi, non rischiamo di perlustrare un luogo perché è troppo pericoloso. E’ chiaro che vorremmo che macchine come questa potessero sostituire il lavoro degli esseri umani” sostiene -non a torto- uno dei ricercatori.

di: Pinter

da: www.swzone.it

LINK

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.